Il sovraccarico femoro-rotuleo รจ una sintomatologia che interessa il distretto del ginocchio.
Lโ€™anatomia di tale distretto interessa due articolazioni:
  • Articolazione femoro-tibiale
  • Articolazione femoro-rotulea
Il ginocchio, data la sua ampia mobilitร  nel movimento di flesso-estensione, รจ provvisto di una buona rete di protezione legamentosa:
  • Legamento collaterale laterale: stabilizza il ginocchio nel compartimento laterale (esterno);
  • Legamento collaterale mediale: stabilizza il ginocchio nel compartimento mediale (interno);
  • Legamenti crociati anteriore e posteriore: stabilizzano il ginocchio nel movimento di traslazione anteriore e posteriore;
I muscoli che permettono il movimento del ginocchio sono molti, sicuramento avrai sentito parlare dei piรน noti come:
  • Il bicipite femorale;
  • Il semimembranoso che insieme al semitendinoso e al gracile formano il tendine della zampa dโ€™oca;
  • Il sartorio
  • Il popliteo esterno e interno
  • Il quadricipite chiamato cosรฌ perchรฉ รจ formato di 4 ventri muscolari
1. il vasto mediale,
2. il vasto laterale,
3. il vasto intermedio,
4. il retto femorale;
๐‘ช๐’๐’”’๐’†ฬ€ ๐’Š๐’ ๐’”๐’๐’—๐’“๐’‚๐’„๐’„๐’‚๐’“๐’Š๐’„๐’ ๐’‡๐’†๐’Ž๐’๐’“๐’-๐’“๐’๐’•๐’–๐’๐’†๐’?
Questa sindrome coinvolge una sintomatologia dolorosa nel compartimento articolare anteriore del ginocchio; questo dolore puรฒ essere generato da meniscopatia, tendinopatie, artrosi, problemi muscolari o dai legamenti che stabilizzano lโ€™articolazione interessata.
Uno squilibrio funzionale di tali strutture, comporta unโ€™alterazione dellโ€™attivitร  funzionale del ginocchio, il quale andando in disfunzione, matura un deterioramento delle cartilagini e di successivo sfregamento delle articolazioni, facendo sรฌ che la rotula che scorre come su un binario, nella contrazione dei muscoli del ginocchio, si inceppa o presenta limite o dolore durante lโ€™esecuzione della funzione.
๐‘ฐ๐’๐’„๐’Š๐’…๐’†๐’๐’›๐’‚
Questa sindrome รจ molto presente nella popolazione in particolar modo tra i 25 e i 45 anni; si tratta di una sintomatologia che colpisce prevalentemente persone che praticano sport o attivitร  motorie o lavorative nel quale creano un sovraccarico delle loro abitudini consolidate. Nello sport รจ frequente prevalente nel corridore e nel ciclismo, mentre nei podisti viene considerata la sindrome dโ€™infortunio piรน comune.
๐‘ธ๐’–๐’‚๐’๐’Š ๐’”๐’๐’๐’ ๐’๐’† ๐’„๐’‚๐’–๐’”๐’†?
La sindrome femoro-rutulea dolorosa, รจ quindi legata alle attivitร  che sovraccaricano la rotula. Flettersi sulle ginocchia sotto carico o per lunghi periodi, salire e scendere le scale, allenamenti sui gradoni, salti, corsa sono azioni che possono, in particolari condizioni, favorire lโ€™insorgere della sindrome ed essere causa di dolore, crepitii e versamenti infiammatori.
Andando piรน nello specifico le principali cause della sindrome femoro-rotulea sono:
๐Ÿ”ธTraslazione laterale della rotula
๐Ÿ”ธAumento delle forze muscolari sulla rotula
๐Ÿ”ธGinocchio Valgo Dinamico
๐Ÿ”ธAlterazioni posturali
๐Ÿ”ธViste le diverse cause che in molti casi possono coesistere in un singolo quadro clinico รจ necessaria la programmazione di un piano specifico per ogni paziente.
Nella nostra clinica quotidiana abbiamo evidenziato svolgendo nelle nostre metodiche una ๐‘ญ๐’Š๐’”๐’Š๐’๐’•๐’†๐’“๐’‚๐’‘๐’Š๐’‚ ๐‘ฌ๐’„๐’๐’ˆ๐’–๐’Š๐’…๐’‚๐’•๐’‚ che la giunzione mio-tendinea del muscolo retto femorale con il legamento rotuleo, spesso compaiono ipoecogeni o anaecogeni, con bassa contrazione e alasticitรก del tessuto.
Da questa considerazione inseriamo spesso nel nostro percorso di recupero funzionale con i nostri pazienti, l’unione di varie metodiche fra terapia strumentale, manuale e riabilitazione motoria.
Nella maggior parte dei casi inseriamo la metodica delle Onde D’urto, le quali permettono tramite la loro funzione una veloce ripresa del tessuto e una migliore performance nel trattamento svolto.
Data la sua vastitร  di incidenza e causa vi lascio leggere lโ€™articolo curato nei dettagli dal portale Fisioterapia Italia al seguente link